Un po' di Storia

 

Home
Chiesa di Santa Maria Nascente

 

 

Il tempio dedicato a Santa Maria Nascente voluto da S. E. Card. Idelfonso Schuster che il 14 febbraio 1954 ne pose la prima pietra edificato dallo zelo amore e sacrificio fino alla vita del Sac. Mario Pisoni primo parroco.

Il tempio è stato aperto al culto e benedetto il 5 giugno 1955 da S. E. Mons. Giovanni Battista Montini (Paolo IV) è stato solennemente consacrato il 31 maggio 1980 da S. E. Mons. Carlo Maria Martini.

La chiesa è posta a nord ovest della città, ha una forma circolare, è orientata secondo la tradizione liturgica con l’altare ad est, il sagrato si apre davanti al prospetto principale, rivolto al centro del quartiere.

l progetto della chiesa del QT8 deriva da un concorso nazionale bandito nel 1947 in occasione dell'VIII Triennale. Nel bando si fa menzione agli elementi che dovranno essere sviluppati nel progetto: una dimensione adeguata ad ospitare circa 200 fedeli e l'affaccio su un sagrato, la garanzia di una buona illuminazione artificiale, in efficace rapporto con l'illuminazione naturale, ed un perfetto livello di acustica.
Al fine di comprendere la rispondenza del progetto ai requisiti, nel bando è richiesta l'indicazione nel disegno della disposizione dei banchi, anche per meglio rappresentare la corretta visibilità dell'altare ai fedeli. Fra gli altri requisiti previsti, due sacrestie per clero e confraternite con accesso diretto dalla chiesa e dall'esterno, la cella campanaria, il battistero. Sono poi previsti locali di servizio, uffici parrocchiali con accesso ai fedeli direttamente dalla chiesa e dall'esterno, un archivio, sale di riunione, biblioteca ed eventuale mensa parrocchiale. Completeranno il complesso parrocchiale la casa canonica e l'alloggio del sagrestano-portinaio.
Fra le indicazioni di tipo urbanistico vi sono la localizzazione della chiesa e delle pertinenze, nonché le superfici previste anche per gli eventuali ulteriori sviluppi nelle aree adiacenti, rappresentate nella planimetria di base.
Nel quadro generale delle caratteristiche costruttive, tra cui quelle relative all'unificazione modulare basate sui reticoli sovrapponibili previste nel QT8, si precisava che, fra le eccezioni previste, vi erano quelle per le costruzioni che costituiscono una unità singola, non riproducibili in serie.
Risultati vincitori, gli architetti Vico Magistretti e Mario Tedeschi elaborano il progetto esecutivo nel 1953; apportando parziali aggiornamenti all'impianto circolare, rimasto immutato, l'edificio è portato a compimento nei due anni successivi.
Sono attualmente in corso lavori di ristrutturazione e di adeguamento alle normative che comprendono interventi sugli impianti, su progetto degli architetti Massimo Giuliani e Anna Milella; le opere, appaltate all'impresa Gibelli Franco, sono state avviate nel mese di giugno 2007 e, secondo il programma, si protrarranno per circa un anno.

La circolarità della struttura esprime i contenuti liturgici ed ecclesiologici.

All’interno della Chiesa Santa Maria Nascente non ci sono gruppi di preghiera ma un’unica Chiesa, un unico cammino parrocchiale guidato da Cristo per mezzo del parroco don Carlo e il vice parroco don Alessandro.

I

 

 

Ultimo aggiornamento: 21-06-2011 22.31.26
by Softan93