Vita di Don Gnocchi

 

Home
Un po' di Storia
Vita di Don Gnocchi

 

 

Nato a San Colombano al Lambro (MI) il 25 Ottobre 1902 Carlo Gnocchi viene ordinato sacerdote nel 1925.

Assistente d’oratorio per alcuni anni, è poi nominato direttore spirituale dell’istituto Gonzaga di Milano, gestito dai Fratelli delle Scuole Cristiane.Allo scoppiare della guerra si arruola come cappellano volontario e parte , prima per il fronte greco-albanese e poi con gli alpini della Tredentina, per la campagna di russia. Nel gennaio del’43, durante l’immane tragedia della ritirata del contingente italiano, si salva miracolosamente. Ed è in quei giorni che, assistendo gli alpini feriti e morenti e raccogliendone le ultime volontà , matura l’idea in lui di realizzare una grande opera di carità, che troverà compimento, a guerra finita nella Fondazione Pro Juventute.

Centrale, nel pensiero di Don Carlo e nella organizzazione dei collegi della fondazione , è il concetto di “restaurazione della persona umana”.

Il progetto di rieducazione integrale dell’individuo,in un percorso che pone l’uomo al centro del processo terapeutico, costituisce la straordinaria modernità dell’opera di Don Gnocchi tanto più se si considera che si colloca in anni in cui le discipline riabilitative stavano muovendo i primi passi.

Minato da un male incurabile ,Don Carlo muore prematuramente a milano,il 28 febbraio 1959.L’ultimo suo gesto profetico è la donazione delle cornee a due ragazzi non vedenti, quando ancora in Italia il trapianto d’organi non era ancora regolato dalla legge.

il processo al Servo di Dio Don Carlo Gnocchi è stato avviato dal cardinale Carlo Maria Martini nel 1987.Nel dicembre 2002 Papa Giovanni Paolo II, riconoscendone l’eroicità delle virtù, ha proclamato Don Carlo Gnocchi Venerabile.

nell’inverno del 2004 è stata completata l’istruttoria supplementare diocesiana,chiusa dall’arcivescovo di milano ,il Cardinale Dionigi Tettamanzi, per l’analisi di un presunto evento miracoloso segnalato alla Postulazione della Causa.

Nel 2009 Benedetto XVI ha autorizzato la pubblicazione del decreto che attribuisce a Don Carlo Gnocchi il miracolo che ha visto protagonista Sperandio Aldeni,artigiano elettricista e alpino di Villa D’Adda (BG) incredibilmente sopravvissuto a una mortale scarica elettrica.

Il 25 Ottobre 2009, a Milano Don Carlo Gnocchi è stato proclamato Beato.

In oltre cinquant’anni ,l’opera di Don Carlo Gnocchi ha progressivamente ampliato il proprio raggio d’azione . Oggi nei Centri della Fondazione sono accolti e curati pazienti con ogni forma di disabilità, per cause congenite o per cause acquisite,dall’età evolutiva all’età adulta, pazienti di ogni età che necessitano interventi riabilitativi di carattere ortopedico,neurologico,cardiologico e respiratorio.

 

Ultimo aggiornamento: 21-06-2011 22.27.54
by Softan93